• sabato , 20 gennaio 2018

IL VELISTA DELL’ANNO TAG HEUER 2015? SONO TRE!

PicMonkey Collage

Per il 2015 la notizia è clamorosa: i Velista dell’Anno sono due, anzi tre. A vincere il prestigioso riconoscimento ex aequo infatti sono stati Roberto Tomasini Grinover, l’armatore della fortunata e plurivincitrice serie di barche “Robertissima”, e la coppia Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri, i più forti derivisti italiani del momento, specialisti del catamarano olimpico Nacra 17.
È questo il verdetto che è stato svelato poco fa sul palco dell’Area Hospitality del Tag Heuer VELAFestival che si sta svolgendo in questi giorni, e fino a domenica 10 maggio, a Santa Margherita Ligure. Oggi, quella che è stata ribattezzata la Serata dei Campioni ha raggiunto il suo apice proprio con la premiazione del Velista dell’Anno TAG Heuer 2015: è il premio più prestigioso della vela italiana e viene organizzato e assegnato fin dal 1991 dallo storico mensile specializzato Il Giornale della Vela.

TUTTI I PROTAGONISTI
Ma i tre protagonisti, oltre che votatissimi sul web dalla giuria popolare e in redazione dalla giuria di qualità, diventati Velista dell’Anno 2015 non sono stati gli unici a salire sul palco di Santa Margherita Ligure. Con loro anche i vincitori delle altre categorie in lizza: il TAG Heuer Performance è stato vinto da Giuseppe Giuffré, che a 74 anni è un vero mito della vela italiana; il TAG Heuer Innovation è andato a Il Moro di Venezia I, storico ma incredibilmente innovativo scafo varato nel 1976; e il TAG Heuer Passion a Matteo Miceli, navigatore solitario romano con un’innata passione per il mare. Il Gran Premio VELAFestival è andato a Luca Bassani Antivari patron di Wally Yachts, il Premio Speciale TAG Heuer VELAFestival a Dick Carter, storico progettista statunitense, e alla famiglia Pavese, e il Premio Speciale Armatore Ideale è stato vinto da Pigi Loro Piana.

Related Posts